Gianluca Bisol parla di Prosecco e del suo futuro

Secondo Gianluca Bisol, 49 anni, al vertice della cantina Bisol, non è impossibile apprezzare un calice di Prosecco a colazione, in particolare il Cartizze, con la sua cremosa delicatezza e morbidezza gustativa.
Bisol è una delle cantine storiche di Valdobbiadene e produce bottiglie di Prosecco Conegliano Valdobbiadene Superiore, apprezzato in Italia ed in America, dove Gianluca si è fatto promotore con un tour a bordo di una magnifica Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio color verde. Il Prosecco è molto apprezzato in America, ed il fattore prezzo è una discriminante molto importante. Se paragoniamo il Prosecco con lo Champagne possiamo concludere che lo Champagne ha un costo tre volte superiore al Prosecco.

Bisol: il prosecco e il suo futuro

Tra i vini prodotti da Bisol, una menzione importante va alla linea omonima, "Bisol" appunto, che rappresenta 1/8 di tutta la produzione ed è vinificata con le sole uve della tenuta. La produzione di Bisol comprende anche vini ottenuti da uve acquistate in zona e questo è stato uno dei punti chiave della crescita di produzione vista negli ultimi 30 anni.
La linea Belstar di Bisol è prodotta con le uve Glera della zona più ampia della DOC Prosecco, mentre il Jeio di Bisol è prodotto con le sole uve Glera della zona collinare e più centrale della denominazione. Il Prosecco Jeio è disponibile anche in una versione NOSO2 che indica l'assenza di solfiti aggiunti.

E' interessante citare, tra le molte considerazioni fatte da Gianluca Bisol, la sua idea della possibile evoluzione della denominazione Prosecco, che vede più simile a Bordeaux rispetto a Champagne. "Penso che il modello di Prosecco sarà più simile a Bordeaux che a Champagne. Potete trovare Bordeaux base a 2 euro a bottiglia e Bordeaux a 1.000 euro."
Curioso, per tutti gli appassionati di vino, citare un'altra considerazione fatta, egli infatti crede che il futuro più qualitativo del Prosecco sia nell'utilizzo del Metodo Classico, non con i tempi tipici dello Champagne ma con persistenze minori, ad esempio "Undici mesi danno un ottimo equilibrio tra i sapori originali e i lieviti."

Bisol è partecipata al 50% dal Gruppo Lunelli, il produttore del famoso spumante Ferrari TrentoDoc. L'investimento è volto alla crescita di Bisol grazie ad una cantina di generazione superiore con una particolare attenzione all'ambiente. La nuova cantina Bisol avrà un sistema in grado di catturare la CO2 dalle fermentazioni per produrre gas e generare neutralità verso l'ambiente.

La passione e la competenza di Gianluca Bisol sono molto motivanti per tutta la denominazione Prosecco ed in particolare per la cantina Bisol.

La redazione di Italy Food 24 si compone di Marta, Francesco e Roberta, appassionati del Food & Beverage nato sotto la bandiera del tricolore. E’ seguendo questa passione che ogni giorno vanno alla ricerca delle notizie più succose – è il caso di dirlo - per poi verificarle, approfondirle e infine raccontarle in modo completo e accattivante.

Se vuoi entrare in contatto con noi scrivici senza esitazioni.