Oli essenziali ottenuti con la distillazione

Sapevi che anche gli oli essenziali possono essere ottenuti con il processo di distillazione? Scopriamo come insieme.

Molti di noi hanno nel tempo imparato a sviluppare una passione verso i prodotti naturali e con essa la voglia di realizzarli per proprio conto, è per questo che molto spesso ci si dedica al fai da te nel tempo libero. Se sei capitato in questo articolo è perché hai scoperto che puoi realizzare i tuoi oli essenziali grazie alla distillazione, un processo che puoi eseguire anche a casa tua grazie al distillatore oli essenziali conosciuto anche con il nome di alambicco. Scopriamo in questo articolo perché farlo e come poterli utilizzare.

Cosa sono gli oli essenziali?

Gli oli essenziali sono prodotti completamente naturali e quindi di origine vegetale che si caratterizzano per avere profumazioni o odori differenti. Ne esistono infatti una grandissima quantità e varietà differenti, scegliere quello più giusto per noi. Di fatti gli oli essenziali sono sicuramente dei nostri alleati e sono in grado di donarci emozioni e sensazioni di benessere a seconda della profumazione emanata. Sono perciò spesso utilizzati in ambienti pubblici ma anche in casa o studi medici. Ad esempio gli oli essenziali balsamici sono spesso impiegati per contrastare il raffreddore e i suoi sintomi, altre tipologie a base di camomilla o di lavanda sono utilizzati per rilassare il corpo, quelli alla menta per donare energia, sono perciò un aiuto di cui non dovremmo fare a meno.

Come ottenerli con la distillazione?

Al giorno d’oggi puoi ottenerli utilizzando l’alambicco uno speciale strumento che esiste da migliaia di anni che permette di eseguire la distillazione a corrente di vapore, un ottimo metodo per ottenere un distillato puro e naturale al 100%. All’interno della caldaia dell’alambicco si vanno a posizionare i fiori o le foglie prescelte per realizzare l’olio essenziale, ognuno di noi può scegliere quella che preferisce, è bene che siano allo stato fresco e quindi non ad esempio fiori essiccati o foglie secche. Lo strumento si chiude ermeticamente e dal suo tappo fuoriesce un tubo all’interno del quale passa il vapore, che in questo caso sarà realizzato dal macchinario sfruttando l’acqua. Il vapore percorre il tubo fino alla serpentina dove viene raffreddato e quindi il vapore riassume il suo formato liquido. Noteremo che il liquido ottenuto si dividerà in due parti una parte di acqua e una parte di olio essenziale, quest’ultima sarà sopra l’altra questo ci consentirà di raccogliere l’olio e conservarlo in un’ampolla o piccola boccetta di vetro.

Con questo metodo potrai divertirti a realizzare tanti tipi di oli essenziali diversi e sperimentarne di nuovi.

La redazione di Italy Food 24 si compone di Marta, Francesco e Roberta, appassionati del Food & Beverage nato sotto la bandiera del tricolore. E’ seguendo questa passione che ogni giorno vanno alla ricerca delle notizie più succose – è il caso di dirlo - per poi verificarle, approfondirle e infine raccontarle in modo completo e accattivante.

Se vuoi entrare in contatto con noi scrivici senza esitazioni.