Menù della cena per la Festa del papà o per una di queste lunghe serate in casa

pappardelle salsiccia e porro

La Festa del papà 2020 è arrivata, diversa da sempre. Date le attuali vicissitudini, la trascorreremo a casa: perché non organizzare una cena a tema ideando un menù semplice ma sfizioso?

Ogni cena della Festa del papà che si rispetti deve essere scandita da una serie di pietanze adatte a soddisfare i gusti del festeggiato. Aprite il menù con antipasti sfiziosi da accompagnare con un bicchiere del suo vino preferito, continuate con un primo piatto capace di farlo contento e, in quanto al secondo, ricco e gustoso, servitelo con un bel contorno salvo, poi, concludere con un dessert. A proposito di questo, si può scegliere tra i dolci tipici della Festa del papà o optare per qualcosa di innovativo, come ad esempio dei cupcake al caffè. Ma andiamo con ordine!

 

Antipasti per la festa del papà: fantasia di crostini misti

 

Come farcire i crostini? Il loro bello sta nel fatto non solo di poter essere preparati con qualsiasi ingrediente, ma anche di risultare veramente versatili e adatti alle ricorrenze festive: la Festa del papà non fa eccezione, ecco qualche spunto. Per dei crostini sfiziosi freddi optate per maionese da abbinare con salmone o salame, o per formaggio fresco cremoso da completare, invece, con del prosciutto cotto.

Per delle bruschette sfiziose calde, magari con base di baguette, potete optare per una caponata, per del patè di fegatini di pollo o per un qualsiasi contorno di verdure in padella da completare con una fetta di formaggio filante.

 

Primi piatti per la Festa del papà: pappardelle con salsiccia e porri

 

Volendo portare in tavola un primo piatto diverso dal solito, perché non optare per le pappardelle con salsiccia e porri? Questi ultimi si possono sostituire, all’occorrenza, con funghi, zucca o panna, per un risultato più cremoso.

Ingredienti delle pappardelle con salsiccia e porri

  • 320 gr di pappardelle
  • 250 gr di salsiccia
  • 150 gr di pecorino grattugiato
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • 1 porro
  • olio extravergine di oliva qb
  • sale e pepe nero

Preparazione delle pappardelle con salsiccia e porri

Tagliate il porro a rondelle ed eliminate la pellicina alla salsiccia. Sbriciolatela. Versate in una padella antiaderente dell’olio. Unite il porro e fatelo appassire per alcuni minuti. Unite la salsiccia sbriciolata e fate cuocere anche questa. Alla fine sfumate con il vino bianco e fate evaporare. Fate cuocere le pappardelle, scolatele al dente nella padella e completate la cottura insaporendo con il pecorino grattugiato.

 

Polpette al vino rosso per un secondo piatto a prova di papà

 

Gustose, dal sapore pieno e rustico, le polpette al vino sono perfette per i papà che amano accompagnare i pasti con un bicchiere di rosso. Servitele con un contorno di patate al forno e un’insalata.

  • ½ kg di carne macinata mista
  • 2 uova
  • 2 cucchiai di grana grattugiato
  • 3 cucchiai di pangrattato
  • ½ cipolla
  • prezzemolo tritato
  • sale e pepe
  • olio di oliva
  • 100 ml di vino rosso
  • 200 gr di brodo vegetale

Tritate cipolla e prezzemolo. Versate in una ciotola la carna macinata, le uova, il grana, il pangrattato, la cipolla, il prezzemolo, il sale e il pepe. Mescolate bene fino ad ottenere un impasto sodo e omogeneo. Create delle palline e passatele a piacere nel pangrattato. Fatele rosolare per qualche minuto in padella su tutti lati, quindi copritele con vino e brodo e ponete il coperchio. Abbassate la fiamma e fate cuocere per circa 30 minuti o fino a quando risulteranno cremose.

 

Zeppolone di San Giuseppe, il dolce della cena per il papà

Se non volete rinunciare alle classiche zeppole ma vorreste stupire il festeggiato, provate lo zeppolone, la versione gigante di uno dei dolci tipici della tradizione di San Giuseppe.

  • 100 gr di farina
  • 75 gr di burro
  • 100 ml di acqua
  • 1 pizzico di sale
  • 3 uova
  • Crema pasticcera
  • Amarene sciroppate
  • Zucchero a velo

 

Versate in una pentola acqua, burro e sale. Fate sciogliere il primo, una volta giunta a bollore l’acqua, allontanate la pentola dal fuoco e unite la farina, tutta in una volta mescolando fin da subito con forza per non far formare grumi. Rimettete sulla fiamma e unite la uova, una alla volta. Ottenuto un impasto liscio e sodo, trasferitelo in una tasca da pasticcere con bocchetta liscia larga. Tracciate su un foglio di carta forno un cerchio di circa 22 cm di diametro con l’impasto. Fate un cerchio interno, poi un altro e un altro ancora fino ad arrivare al centro. Fate cuocere in forno caldo, a 180° per venti minuti quindi alzate a 200 e continuate per altri 10. Sfornate, tagliate a metà e farcite con crema e amarene. Spolverate di zucchero a velo.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi