Stagione del tartufo alle porte, dove trovarlo?

Quando pensiamo alle eccellenze enogastronomiche del Belpaese, il tartufo spicca nel panorama culinario.

Questo originale fungo appartiene alla famiglia Tuberaceae e cresce spontaneamente sottoterra nei pressi delle radici di alcuni grandi alberi come querce e lecci.

Dove si raccoglie il tartufo in Italia?

La produzione annuale di tartufo è limitata, poichè risente fortemente di fattori stagionali, ambientali e climatici. Le regioni italiane in cui tradizionalmente avviene la maggior parte della raccolta dei tartufi sono Piemonte, Lombardia, Emilia-Romagna, Marche, Umbria, Abruzzo e Molise mentre il consumo è ampiamente diffuso in ambito nazionale e internazionale.

Quali sono le varietà di tartufo?

Le varietà di tartufo principali sono quella bianca, tanto pregiata quanto rara, di cui l’Italia è la prima produttrice mondiale, e quella nera, sottoclassificata in tartufo estivo o scorzone e invernale, altrettanto apprezzata in alta cucina ma relativamente più comune.

Già nel I secolo d.C. i preziosi funghi, allora denominati “tuber terrae”, erano ricercati per l’essenza unica e penetrante che il prodotto fresco sprigiona quando giunge a completa maturazione. Successivamente, la fama del tartufo non ha potuto che continuare a diffondersi, come il suo inebriante aroma, fino ai nostri giorni.

Le sue caratteristiche organolettiche uniche, il profumo inconfondibile che sprigiona nei piatti di cui è autentico protagonista, continuano ancor’oggi a fare del tartufo un alimento bramato dai palati più esigenti tanto in Italia quanto all’estero.

È sufficiente una quantità molto piccola di tartufo fresco per arricchire le pietanze del suo sapore inimitabile e persistente e dare una svolta creativa al menu, motivo per il quale è amato tanto in ambito domestico quanto tra i fornelli delle cucine stellate.

Degustare il tartufo

Per degustare nel modo migliore questa gemma profumata, è consigliabile consumarla fresca, in purezza, affettata o triturata. Risulta fondamentale affidarsi a canali di vendita sicuri che permettano di reperire un prodotto di alta qualità ed ai migliori ristoranti per mangiare il tartufo.

Gli esperti infatti raccomandano di prestare molta attenzione alla freschezza del tartufo, caratteristica imprescindibile che i professionisti che tradizionalmente si occupano della raccolta, dello stoccaggio e della trasformazione dei preziosi tuber sanno valutare con maestria.

La vendita dei tartufi online è una modalità d’acquisto che risulta molto comoda e conveniente poichè consente di ricevere tartufi freschi, genuini e pregiati selezionati dai migliori produttori.

L’e-commerce dei tartufi offre la possibilità di assaporare l’eccellenza micologica garantendo la trasparenza dei prezzi indicati in fase di vendita, e soprattutto la sicurezza della qualità.

Inoltre, l’acquisto in negozi online ha il grande vantaggio della spedizione a domicilio, che permette di ricevere il prodotto in breve tempo direttamente dalle aziende raccoglitrici.

La redazione di Italy Food 24 si compone di Marta, Francesco e Roberta, appassionati del Food & Beverage nato sotto la bandiera del tricolore. E’ seguendo questa passione che ogni giorno vanno alla ricerca delle notizie più succose – è il caso di dirlo - per poi verificarle, approfondirle e infine raccontarle in modo completo e accattivante.

Se vuoi entrare in contatto con noi scrivici senza esitazioni.