Carni famose. Dal Kobe al Waygu

Carni famose. Dal Kobe al Waygu

La chef messicana Lucy Noriega ha esaltato i sapori di questa carne con in un viaggio culinario superlativo.

WagyuMex

Il Wagyu giapponese ha incontrato la cucina messicana

Il Wagyu giapponese, nonché la carne più pregiata del mondo, ha incontrato le sapienti mani della nota chef messicana Lucy Noriega, la quale ha proposto una cena fusion chiamata “WagyuMex: il wagyu incontra la cucina messicana di Lucy Noriega”.

L’evento si è tenuto lo scorso 13 maggio presso la Trattoria Dall’Oste, celebre ristorante di Firenze, città molto amata dalla suddetta star della cucina.

Carne Wagyu

Qualche delucidazione e curiosità sul Wagyu

Il termine Wagyu deriva dall’etimologia wa, ossia Giappone, e gyu bovino, quindi la traduzione letteraria è proprio bovino giapponese. E’ una carne decisamente ricca di Omega 3 e Omega 5.

E’ la carne più costosa al mondo (il suo prezzo può arrivare fino a mille Euro al chilo) ed è caratterizzata dalla marmorizzazione, costituita da fitte e sottili venature di grasso intramuscolare, le quali conferiscono un sapore inconfondibile e tenero, tanto da arrivare a sciogliersi in bocca ed ad essere tagliabile persino con le bacchette.

La qualità del Wagyu è proprio la percentuale di grasso: più è alta, meglio è. Il livello di marmorizzazione viene misurato tramite il Beef Marbing Score (BMS), un indice che va da 1 a 12.

La carne più pregiata deve avere un valore compreso tra il 7 e il 12.

Per ottenere questi risultati, i bovini vengono sottoposti a trattamenti particolari, in primis il pascolo libero e un’alimentazione a base di fino di riso ed erba da pascolo.

Trattoria Dall’Oste

Il Regno della bistecca di Firenze

La Trattoria Dall’Oste è viene considerato il regno della bistecca di Firenze,  in quanto trattano e servono le migliori carni del mondo, tra cui appunto il Waygu, che selezionano personalmente prima di servirlo.

Propongono ben dodici tipologie di carne di manzo, per esempio la fassona piemontese, la chianina, il Kobe e la romagnola.

Quindi come poteva mancare una cena realizzata proprio da una delle star più acclamate della cucina messicana?

Menu

Ecco il menu della serata

L’affascinante chef messicana ha proposto presso la Trattoria dall’Oste, oltre ad un drink di benvenuto a base di Tequila Huani (bevanda multipremiata), il seguente menu:

Primo piatto
Aguachile di costata di manzo Wagyu con crema di avocado e anacardi neri affumicati.
In abbinamento con: Montesodi Nipozzano IGT di Frescobaldi.

Il secondo piatto
Cuore di costata con purè di fagioli cannellini, peperoncino Morita  accompagnata da una salsa alla birra messicana con midollo e spuma di provolone, asparago, mais.
In abbinamento con: Mormoreto Nipozzano IGT.

Dessert
Impasto del cioccolato bianco, con grasso di carne Wagyu, gel di frutti rossi e meringa di lime.
In abbinamento con:  Piccolit Attems Frescobaldi.

E’ stato particolarmente apprezzato il dolce, in quanto il grasso della carne Wagyu si è magnificamente bilanciato con l’aroma vanigliato del cioccolato bianco.

Lucy Noriega

Tutto sulla super chef messicana

Lucy Noriega è una delle chef star più quotate della cucina internazionale e vanta un’esperienza ventennale nel campo della cucina e della cucina.

Si è innanzitutto laureata con lode presso la prestigiosa scuola di alta cucina londinese L’Ecole et Fondation Le Cordon Bleu, poi è stata chef presso numerosi ristoranti di alto livello come Ritz Carlton London, Harrods, Au pied de cochon a Parigi.

In più è stata chef dell’ambasciatore messicano nel Regno Unito e durante quel periodo ha cucinato per numerosi personaggi politici provenienti da ogni parte del pianeta, persino per la Regina Elisabetta.

Lei aggiunge sempre un suo tocco personale in ogni portata che cucina, in quanto ha lo scopo di ricordare con orgoglio il Messico, la sua nazione d’origine.

Sempre in giro per il mondo, ha una particolare feeling con Firenze, dove si è recata numerose volte in vacanza; anzi, quando capita in Italia la considera una tappa fissa.

Risultato finale

Pensieri sulla cena fusion di Lucy Noriega

La chef messicana Lucy Noriega è rimasta davvero molto soddisfatta dell’esito finale della cena fusion, poiché ha visto molta soddisfazione tra i commensali, che sono rimasti decisamente sorpresi ma allo stesso tempo appagati dalle portate.

Ha inoltre più volte sottolineato il suo amore per Firenze, in quanto le dà la possibilità di respirare cultura e romanticismo

Per quanto riguarda la sua cucina, la definisce autentica e d’autore, ricca da spiccate note messicane, che riadatta ogni volta in base alle tecniche di cucina e alle specialità da realizzare. Ritiene che sia facilmente apprezzabile, poiché molto saporita.

La sua carriera è una collezione di numerosi momenti magici, dato che ogni singola esperienza le ha lasciato qualcosa di professionale e umano, facendola in questo evolvere le sue pietanze e il suo approccio ai fornelli.

Grazie ai suoi infiniti viaggi in giro per il mondo, ha la possibilità di rappresentare con orgoglio il Messico, ma soprattutto il Guanajato, suo Stato di provenienza.

Questa rappresentazione la manifesta aggiungendo sempre degli ingredienti per lei immancabili, ossia la Tequila e il peperoncino, pietre miliari di moltissime ricette Made in Mexico.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi