Colombe d’autore a confronto nel Contest “Dolce Pasqua” 2019

colomba

In vista delle festività pasquali maestri pasticcieri e grandi chef si esibiscono nella creazione dei loro capolavori di fantasia e di gusto, il cui ineludibile destino è quello di andare ad allietare le tavole ed i palati delle famiglie d’Italia.

Proprio nei giorni che precedono le celebrazioni, quando fervono i preparativi e le vetrine delle pasticcerie si riempiono di ogni tipo di prelibatezza, si svolge il Contest Nazionale dal titolo emblematico: Dolce Pasqua.

Un tripudio di profumi e di sapori nel quale i più noti pasticcieri d’Italia possono esprimere la propria vena artistica ed il proprio genio creativo.

Dolce Pasqua 2019 – colombe artigianali a confronto

Una competizione dal cuore soffice e dal sapore dolce quella che si è svolta il 29 marzo scorso a Roma, presso la nota scuola di cucina denominata One Day Chef, punto di riferimento di tutti coloro che desiderano approfondire la propria competenza nel campo della pasticceria, della panificazione e della cucina italiana in generale, etnica e salutistica in particolare.

Protagoniste assolute della gara sono state le colombe artigianali realizzate con un impasto a base di lievito madre e del tutto privo di emulsionanti e di additivi artificiali.

Organizzato dalla Gold Event Organization, il medesimo ente che si occupa di allestire un evento altrettanto noto come la Fiera Nazionale del Panettone e del Pandoro, il Contest ha visto confrontarsi numerose pasticcerie e laboratori artigianali che si distinguono, nel panorama nazionale, per le eccellenti creazioni di lievitati artigianali a tema pasquale.

La colomba: tradizionale o innovativa ma di scuola napoletana

La selezione si è svolta suddividendo le colombe artigianali in due categorie: la tradizionale, che ricorda i sapori ed i profumi dell’infanzia, e l’innovativa, che unisce all’iconico dolce pasquale le note moderne di inusuali abbinamenti.

Per la Colomba Tradizionale il palmares ha visto al primo posto Marigliano, rinomata dolciaria di San Giuseppe Vesuviano, in provincia di Napoli, con il suo giovane e talentuoso chef, Alessandro Marigliano.

Per la categoria Colomba Innovativa, invece, il podio è andato alla Pasticceria Mascolo, con sede ancora in provincia di Napoli, precisamente a Visciano, grazie all’estro creativo del Maestro Giuseppe Mascolo, già insignito, qualche anno fa, del prestigioso titolo di Ambasciatore del Panettone.

Un premio particolare è stato assegnato al Pastry Chef Gennaro Langellotti, della Pasticceria Gallucci di Nola (Napoli) per il packaging più bello ed originale del Contest.

La premiazione è fissata per il prossimo 6 aprile, presso il Centro Congressi Cavour di Roma, quando, nel corso di una cerimonia ufficiale, i vincitori saranno insigniti degli ambiti riconoscimenti.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi