Le verticali dell"Infinito Wine Festival".

Seguici anche sui Social Network
Immagine: www.infinitowinefestival.it

Immagine: www.infinitowinefestival.it

Cinque occasioni uniche per viaggiare nel tempo attraverso un calice di vino. Cinque vini, cinque verticali, cinque occasioni uniche per degustare diverse annate di alcune delle più premiate etichette marchigiane. È quanto organizzato dall’associazione culturale Enogastronomia.it all’interno dell’attesissimo Infinito wine festival, che si svolgerà nel palazzo Comunale di Recanati il 27, 28 e 29 aprile. E visto l’eccezionalità della location, anche il programma della manifestazione non poteva non proporre dei momenti unici, come le 5 verticali di vino che daranno la possibilità ai veri appassionati di degustare più annate di 5 etichette diverse e apprezzare la loro evoluzione negli anni.
Si parte sabato 27 aprile, dalle 18.30 alle 19.30, con una rarissima degustazione de “Il Pollenza”, uno straordinario rosso prodotto dall’omonima cantina guidata dal conte Brachetti Peretti, un vino elegante con tannini fitti e dolci, di struttura morbida e finale intenso e persistente. Una vera, deliziosa, avventura attende il pubblico un’ora più tardi, alle 19.30, quando verranno raccontati ben  20 anni di Mirum, l’affascinante Verdicchio di Matelica Doc che l’azienda La monacesca produce da oltre 2 decenni e riconosciuto in tutto il mondo come uno dei bianchi italiani più affascinanti.
Quest’ultima verticale si concluderà con la degustazione della super riserva di Mirum 20 anni. Anche per il secondo giorno dell’Infinito wine festival lo staff di Enogastronomia.it ha organizzato 3 verticali di vino d’eccezione, che rimarranno sicuramente nella storia nazionale del settore vitivinicolo. Dalle 14 alle 15, la cantina Umani Ronchi stapperà diverse annate del “Pelago”, un Marche rosso Igt, che nel 1997  è entrato nella lista dei vini italiani più ricercati del mondo conquistando, al primo anno di produzione, il massimo Trofeo dell’Internation Wine Challenge di Londra. Dalle 16 alle 17, invece, il pubblico dell’Infinito wine festival è invitato a conoscere il “Ciacco da Colmone” della Fattoria Colmone della marca, situata a San Severino, un Doc de I terreni di Sanseverino moro, apprezzatissimo per il suo coloro rosso rubino impenetrabile, l’intenso profumo di frutti rossi maturi e floreali di rosa, vaniglia, spezie, tabacco e cioccolato, un vino armonico, sapido, molto complesso e di grande struttura. Infine, alle 18.30, sarebbe un vero peccato perdersi l’ultima verticale di vino dell’Infinito wine festival e non degustare diverse annate del “Dorico” della
Cantina Moroder, un eccezionale Conero riserva docg 100% montepulciano, che l’azienda produce dal lontano 1985 e che non ha mai perso le caratteristiche che lo rendono davvero unico come le sensazioni di amarena passita e di spezie che si fondono con l’eleganza gustativa intrisa di sapidità, buon alcol e perfetti tannini.
Tutte le verticali si svolgeranno nella Sala giunta del Comune di Recanati, mentre coloro che volessero cogliere l’occasione e vivere questi momenti davvero unici sono invitati a prenotare una o più verticali dell’Infinito wine festival visitando il sito www.infinitowinefestival.it

www.infinitowinefestival.it
info@enogastronomia.it

Ufficio Stampa
marketing@enogastronomia.it
Associazione Culturale Enogastronomia.it
via. F.lii Bandiera 83, 62012 Civitanova Marche
PI 01766330433
CF 93062760439

FacebookTwitterGoogle+OknotizieFlipboardEmailGoogle GmailOutlook.comYahoo Mail

Potrebbero interessarti anche: