Sempre più prenotazioni in hotel eco-friendly.

Secondo HotelsCombined, le percentuali di prenotazioni di eco-friendly sono sempre più in aumento, segno di un approccio più consapevole non solo al viaggio ma anche all’ospitalità.

Ridurre gli sprechi e limitare i , questi sono i mantra dei viaggiatori ecologici che scelgono accuratamente mete e strutture alberghiere che rispettino in pieno questi principi.
Per andare incontro alle esigenze dei viaggiatori “”, numerosi hotel negli ultimi anni hanno cominciato ad adottare misure di salvaguardia ambientale rispettando uno stile di vita sostenibile; per esempio utilizzando detergenti e prodotti per l’igiene personale privi di sostanze tossiche, ricorrendo a prodotti di arredo totalmente ecologici, oppure usufruendo di geotermali o solari per produrre energia. Non solo, anche l’impiego di prodotti alimentari locali e cibi biologici contribuisce a classificare una struttura come “eco-friendly”.
Il trend dei viaggiatori eco sostenibili è in continua crescita, ecco perché il 2017 è stato dichiarato dalle Nazioni Unite “Anno internazionale del sostenibile per lo sviluppo”.
Secondo HotelsCombined, il motore di ricerca che confronta i prezzi e trova le migliori offerte per hotel, nell’ultimo anno la percentuale di prenotazioni per strutture eco-friendly è salita del 16% rispetto al 2016 coprendo gran parte del Belpaese, in particolare Lombardia (49%) e Lazio (22%). In queste due regioni, infatti, si concentra il maggior numero di hotel amici dell’, come per esempio l’Hotel Milano Scala, il primo a “emissioni-zero” di Milano e uno dei punti di riferimento dell’hotellerie milanese in quanto a eco-sostenibilità. Particolarmente degno di nota, l’orto nel rooftop che rappresenta l’emblema della filosofia green della struttura: è qui, infatti, che si coltivano erbe aromatiche, fiori, frutta e verdura di stagione utilizzate direttamente dalla cucina.
Il Lazio vanta numerose strutture eco-friendly, tra cui l’Ecohotel Roma situato tra le dolci campagne della Valle dei Casali. L’hotel è nato con un impianto attento alla sostenibilità e a basso impatto ambientale attraverso la scelta di impianti idrici e elettrici che sostengono l’utilizzo delle energie rinnovabili (impianto solare, impianto fotovoltaico, impianto per il riciclo delle acque piovane etc…).
Grande attenzione all’ecologia soprattutto nelle località di , dove il rispetto della e il ambientale sono i veri capisaldi. A pochi km da Courmayeur, precisamente a La Thuile, sorge il Boton d’Or, il primo hotel della Valle d’Aosta a riscaldarsi con un impianto geotermico: grazie ai 30 pozzi geotermici che si sviluppano ognuno per 150 m di profondità nella roccia al di sotto dell’hotel, il calore della terra viene convertito in riscaldamento e acqua. La struttura usufruisce di questa fonte energetica rinnovabile per accogliere i suoi ospiti in una calda, ma , atmosfera di .
Ma il punto nevralgico dell’impegno sostenibile è sicuramente il PER – Parco dell’Energia Rinnovabile, situato tra Lodi e Amelia in Umbria. Si tratta di una struttura/agriturismo interamente sostenibile, dove tutto è stato progettato per ridurre i consumi energetici: dal riscaldamento a biomassa al riutilizzo delle acque piovane, dagli elettrodomestici a ridotto consumo di energia e acqua a diversi tipi di generatori eolici. E ancora serre passive e riscaldate da collettori, pompe fotovoltaiche per l’irrigazione delle colture, forni solari e elettro-recinti fotovoltaici per tenere lontani gli animali selvatici senza fargli del male.
www.hotelscombined.it