2^ Edizione di Cori, Vini nei Cuori.

Tre giorni dedicati al nettare di Bacco ma con molte novità: e musica attraverso il centro storico, dibattiti scientifici, mostre, folklore, integrazione, visite guidate.

Momenti importanti della saranno poi l’inaugurazione del ristrutturato teatro comunale e la presentazione pubblica del progetto ‘Cori e Giulianello in rete’.
‘CORI, VINI NEI CUORI’ – Vetrina di vini e oli di eccellenza, ma anche di tipici, e arte cresce e propone nell’ultimo fine settimana del mese una seconda edizione (la prima si era svolta a maggio) più lunga, durerà tre giorni, e più ricca: verrà coinvolto il centro storico della Città d’Arte e due importanti mostre saranno ospitate nel chiostro del Complesso Monumentale di Sant’Oliva oltre a visite guidate gratuite tra le bellezze storico-monumentali di Cori e nel Museo della Città e del così come momenti di approfondimento scientifico.
‘CORI, VINI NEI CUORI’, iniziativa del Comune di Cori – Assessorati Cultura, Agricoltura e Promozione del Territorio – in collaborazione con la Pro Loco e la Strada del Vino e dell’Olio della Provincia di Latina, con il sostegno del Consiglio Regionale del Lazio, ha ovviamente nel vino il suo protagonista. In primis nei pregiatissimi vini, che fanno apprezzare nel mondo le produzioni ottenute dal recupero di vitigni autoctoni come Bellone e Nero Buono, delle tre locali: Cincinnato, Marco Carpineti e Pietra Pinta. Ma darà spazio anche all’altro tesoro delle colline coresi, l’ di oliva, e ai come il prosciutto cotto al vino e la gamma dei vari prodotti artigianali di Cori dai biscotti ai sott’oli.
Una tre-giorni dunque dedicata alle eccellenze enogastronomiche ma anche alle bellezze archeologiche e storiche di Cori. I punti degustazione (uno dei quali sarà curato dalle comunità etniche del territorio) saranno infatti dislocati lungo un percorso che attraverserà il centro storico e consentirà di ammirare il museo a cielo aperto che Cori è: dalle mura ciclopiche ai templi di epoca romana arrivando agli scorci medievali fino ai palazzi rinascimentali, si potrà andare alla scoperta di tesori spesso poco conosciuti.
Gli angoli più suggestivi dell’antico centro lepino saranno inoltre animati da gruppi di musica folk ed etnica e dalle band locali nate grazie al Condominio dell’Arte.
Ma non c’è Cori senza folklore e allora non mancheranno i figuranti in costume rinascimentale del Carosello Storico, i tre gruppi di Sbandieratori di Cori e la compagnia di danza rinascimentale ‘Tres Lusores’.
clou della kermesse saranno due mostre ospitate nel chiostro del Complesso Monumentale di Sant’Oliva. Una presenterà le foto di ENRICO APPETITO, apprezzatissimo fotografo di scena, di origine corese, di importanti registi, da Antonio a Monicelli da Godard a Visconti da Rosi a Fellini. Si tratterà di foto legate al tema del vino e dell’, in cui compaiono autentiche icone del cinema italiano, da Sordi a Tognazzi da Manfredi alla Vitti. La mostra è resa possibile grazie alla collaborazione dell’Archivio Storico Enrico Appetito.
Il chiostro accoglierà poi, a 60 anni dal lancio dello Sputnik, un’esposizione degli scatti inediti fatti a bordo della stazione spaziale internazionale e di materiali illustrativi sulle missioni compiute nello spazio dall’URSS e dalla Russia. Le fotografie provengono dagli archivi dell’Istituto per i problemi medico-biologici di Mosca dell’Accademia delle scienze russa (IMBP). I materiali illustrativi sulle missioni spaziali sono stati concessi dall’Agenzia spaziale russa Roskosmos.
Nell’ambito della manifestazione sarà infine inserito un momento di particolare importanza per la città: il 27 ottobre verrà inaugurato il restaurato TEATRO COMUNALE. Il progetto, finanziato dalla Regione Lazio, nasce sotto la precedente amministrazione Conti e giunge a compimento ora con la fine dei lavori di restauro e la restituzione alla cittadinanza del teatro così rinnovato. Nell’occasione sarà presentato il progetto della rete d’imprese denominato “Cori e Giulianello in rete”, anch’esso finanziato dalla Regione Lazio.